Mobilità articolare: come potenziarla con diversi benefici

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Contenuti

Con la mobilità articolare si lavora su numerosi aspetti principali della salute tra cui benessere fisico, postura corretta, alte prestazioni sportive, forza e prevenzione degli infortuni. È possibile svilupparla e mantenerla grazie a un programma stabile di allenamento, 

Come valuti la tua flessibilità articolare

La mobilità articolare appartiene alle 5 capacità motorie insite in ogni essere umano insieme a resistenza, velocità, forza e coordinazione. Questa capacità si supportano tra di loro e chiaramente più lavoreremo su alcune più ne saranno avantaggiate anche le altre. Un corpo sano è quindi di base dotato di mobilità articolare ma a livello atletico sono in molti a desiderare un forte potenziamento di questa capacità. 

Ci sono diversi fattori che vanno a influenzare la mobilità tra cui ad esempio l’elasticità dei legamenti, dei tendini, dei tessuti connettivi, dei fasci muscolari, della pelle stessa oppure il tono muscolare, il sesso, l’età, l’attività fisica svolta con regolarità, l’insieme dei movimenti permessi dalle ossa appartenenti a ogni singola articolazione. 

Allenare la flessibilità dei propri muscoli: le tecniche

La mobilità articolare può essere allenata con diverse tipologie di allenamento. Gli allenamenti dovranno essere tali da “ingannare” il cervello, che è la primissima parte del corpo sollecitata dall’allenamento. Per poter operare al meglio in questo senso esistono diverse tecniche tra cui ad esempio la PNF (Proprioceptive Neuromuscolar Facilitation), che comporta un classico stretching che renderà i nostri muscoli più capaci di rilassarsi in posizioni che possiamo considerare “estreme”. Successivamente lavoreremo sui tendini per i quali è importante considerare che bisognerà non esagerare in quanto un allungamento passivo potrebbe causare un sovraccarico strutturale che andrà ad influire negativamente sul miglioramento che desideriamo ottenere. 

Per quanto riguarda i legamenti non c’è assolutamente nulla da fare nel senso che ci servono stabili e capaci di reggere lo stress al quale sottoponiamo la nostra articolazione. 

La mobilità articolare applicata allo sport porta un conseguente miglioramento della posizione da cui conseguirà un miglioramento dello stesso gesto sportivo, poi…è anche divertente!

Curioso di saperne di più? Contattami. 

Ti è piaciuto l'articolo? Aiutami a condividerlo!

Clicca sui pulsanti qui sotto per condividerlo dove vuoi.

Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
luigi colbax

Luigi Colbax

Vice-campione Italiano ai Campionati Nazionali AINBB nel 1990.
1^ campione Italiano di Bodybuilding HP nel 2002.
2 volte vincitore del Gran Prix 2 TORRI.
Vincitore dei Venice X Games di Crossfit nel 2014, categoria master.
Trainer delle serie TV “Cambio Vita torno in forma”su SKY UNO

Lascia un commento

Se è la prima volta che accedi all'APP,
utilizza come credenziali

User: la tua mail
Password: xKong2019!x

Inserisci i tuoi dati per essere avvisato al lancio delle iscrizioni

Inserisci i tuoi dati per inviare la richiesta di consulenza